Un’associazione più comunicativa: A.I.TE.M. presenta un nuovo approccio alla comunicazione con i propri associati e si arricchisce di nuovi strumenti funzionali.

1

“Rem tene, verba sequentur”dice un famoso adagio latino. Abbiamo imparato in questi anni a conoscere l’associazione, a darle l’energia per vivere e progettare una molteplicità di iniziative che ci vede tutti coinvolti e che ora vogliamo comunicare, in modo più compiuto e organizzato.

Abbiamo deciso di darci un piano editoriale, che prevede una uscita ogni dieci giorni circa, per raccontarci e raccontare gli aspetti che maggiormente caratterizzano l’associazione.

Anzitutto l’A.I.TE.M. Academy, che fa della formazione la sua essenza, fornendo conoscenze e competenze di grande livello ai ricercatori universitari e industriali.

Racconteremo dell’A.I.TE.M.per i giovani, con i programmi dedicati alla componente junior dell’associazione, il Manuthon tra tutti.

Naturalmente non dimentichiamo che ciascuno di noi è anzitutto un ricercatore per cui daremo lo spazio opportuno alla presentazione dei progetti più importanti, raccontati con un linguaggio semplice ed efficace anche per chi non è parte della comunità accademica.

Daremo impulso a quello che ci piace chiamare A.I.TE.M. meeting point, in cui vorremmo raccontare di più e meglio la vita associativa, le discussioni all’interno del consiglio direttivo, gli eventi cui partecipiamo, le relazioni con le altre associazioni, quello che facciamo per diventare un punto di riferimento nello scenario accademico nazionale.

In fine, daremo spazio alle Sezioni A.I.TE.M., la cui importanza ha visto un progressivo consolidamento negli ultimi anni ed ora, sono chiamate a rivestire sempre più frequentemente il ruolo di facilitatrici e promotrici della collaborazionetraUniversità edImpresa nel nostro Paese.

Con l’occasione ridisegneremo il sito, curandone l’immagine e l’aggiornamento.

È un nuovo modus che non stravolge la nostra azione, ma segna un ritmo, un tempo, se vogliamo uno stile che conferiamo all’associazione affinché possano essere conosciuti da una platea sempre più vasta gli sforzi che quotidianamente ciascuno dei soci compie per il progresso della ricerca scientifica e, di conseguenza, dell’intero Paese.

il Presidente A.I.TE.M.
Tullio Tolio