SI È CONCLUSO MANUTHON® 2022

SI È CONCLUSO MANUTHON® 2022

Dopo il successo della prima edizione, nel 2020, del primo Hackathon italiano sul manifatturiero, promosso da AITEM, sono finalmente tornati a sfidarsi dal vivo i giovani partecipanti al Manuthon® 2022, tenutosi presso la sede Lingotto del Politecnico di Torino nei giorni 20-21 maggio.

65 ragazzi, provenienti da 12 sedi universitarie da tutta Italia, si sono messi alla prova. È stato un momento importante per tornare a fare attività in presenza, e una partecipazione ampia da tutt’Italia era tutt’altro che scontata.

I partecipanti sono stati chiamati a sviluppare in gruppo un’idea o un progetto in risposta a quattro challenge proposte da altrettante aziende del settore manifatturiero, confrontandosi appunto con problemi reali del mondo delle imprese, mettendo alla prova le proprie capacità e dimostrando le loro competenze.

Il primo premio è stato vinto dal gruppo MORETech, composto da studentesse dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (Vincenzina Siciliani, Giulia Zaniboni, Keltoum Oubellaouch, Soraya Ponti), che hanno risolto la challenge proposta dall’azienda BLM S.P.A, leader nella lavorazione dei tubi.

La challenge proposta dall’azienda Cosberg, realtà che produce sistemi automatizzati per l’assemblaggio, è stata vinta dal gruppo Rocket Team, composto da Giulio Piaser, Giacomo Reato, Luca Sportiello e Ahmed Moujoud, provenienti dalle Università di Padova, Bologna e Trieste.

La challenge proposta dall’azienda Danieli, azienda leader nel campo dei processi e tecnologie, è stata vinta dal gruppo MI-RUMS, composto da Massimo Sorce, Lorenzo Spilotros, Daniele Urbinati e Riccardo Ricci Bitti, provenienti Politecnico di Milano.

Infine, la challenge proposta da Korber Tissue, azienda che produce macchine per il processamento di prodotti igienici ed asciugatutto, è stata vinta dal gruppo Westerners, composto da Andrea Bordonaro, Ornella Grassi, Giuseppe Paonessa e Giampietro Nigro del Politecnico di Torino.

Le Challenge proposte dalle aziende sono state tutte molto interessanti e hanno esplorato, in tutta la sua complessità, il settore manifatturiero. Vediamole più da vicino.

BLM ha proposto ai suoi gruppi di fornire idee per la progettazione di una nuova cella di taglio laser a 5 assi o più, con un layout innovativo. Molti gli obiettivi su cui i ragazzi si sono dovuti concentrare: rendere la macchina compatta e facilmente trasportabile, ottimizzando volume di lavoro e superficie in pianta, mantenendo intatte flessibilità e produttività.

La sfida di Cosberg è partita da quella che è la loro realtà di produzione di impianti ritagliati sulle necessità dei clienti. In particolare, hanno richiesto il concepimento di un modello di servitizzazione di questi impianti che includa tutti gli aspetti digitali, quali sistemi di gestione e controllo del ciclo vita. La sfida nella sfida, come l’ha definita Mauro Viscardi di Cosberg, è stata proprio nell’applicazione della servitizzazione ad impianti per definizione customizzati.

Danieli ha richiesto lo sviluppo e la progettazione di un Autonomous Mobile Robot (AMR) nel contesto dei loro impianti di produzione. In particolare, l’obiettivo della sfida è stato trovare idee per semplificare la logistica ed il trasporto degli utensili verso i centri di lavoro e la pianificazione della logica e delle missioni dell’AMR in un ambiente dinamico.

Infine, il gruppo digitalizzazione di Korber Tissue ha presentato una sfida che si è concentrata su quello che loro definiscono come il “Nuovo Oro”: i dati. Hanno richiesto ai ragazzi di fornire idee su come convincere i clienti a condividere i dati di produzione associate alle loro macchine. Una parte importante della sfida ha riguardato l’individuazione di eventuali bisogni dei loro clienti.

Utili spunti sono stati forniti ai ragazzi in un contesto informale precedente all’evento, mediante l’organizzazione di caffè tematici.

AITEM ringrazia il gruppo organizzatore di questa edizione di Manuthon® per la dedizione e il grande lavoro svolto, e tutti i partecipanti per il loro entusiasmo e le loro idee di livello, apprezzate da tutte le aziende. Arrivederci alla prossima edizione!

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian